IL “NUOVO TURISMO”

Palmiro Noschese, Presidente di  CONFASSOCIAZIONI

Palmiro Noschese è il Presidente di CONFASSOCIAZIONI

Antonella Ferrari direttore di Freetime Luxuey Lifestyle incontra
Palmiro Noschese Presidente di Confassociazioni Tourism Food Hospitality.

Confassociazioni Tourism Food Hospitality è soggetto di rappresentanza unitaria delle Federazioni, dei Coordinamenti ,delle Associazioni, delle imprese e dei professionisti e delle persone che esercitano attività professionali in Italia e in Europa. Nata nel luglio 2013, raggruppa ad oggi 700 organizzazioni che riuniscono più di 1 milione e 225 mila professionisti di cui oltre 211 mila imprese con una dimensione di 5,1 dipendenti medi.

Presidente, come è cambiato il turismo in un periodo di emergenza?
 
Anche se i vaccini ci stanno aiutando, non possiamo ancora considerarci fuori da questa pandemia, soprattutto vedendo cosa sta succedendo in questi giorni, possiamo però trarre importanti lezioni da ciò che in questi due anni abbiamo tutti vissuto, per costruire il “nuovo turismo” dei prossimi anni.

Abbiamo quindi capito che “il mondo è cambiato” e anche il turismo non fa eccezioni, ma, di fatto, già prima della pandemia in molti avevamo già intuito che il “cliente” non cerca solo qualità nelle dotazioni di una struttura o una destinazione, ma vuole un’esperienza vera e propria a tutto tondo.  

Parliamo di un nuovo concetto:
l’ospitalità innovativa ed esperenziale.     Il settore dell’ospitalità a tutti i livelli ha quindi messo in atto nuovi modelli basati sull’adattabilità e su strategie mirate a conquistare i clienti cambiando l’ordine dei fattori, introducendo nuovi concetti di ospitalità innovativa ed esperienziale, ristorazione attenta al territorio e sempre più spesso il tutto a contatto diretto con la natura.
    Chi desidera quindi conquistare il cliente, sa che le esigenze non sono più soltanto legate al luogo o al prodotto hotel nelle sue mille sfaccettature, ma anche e soprattutto all’esperienza, al sentirsi parte di una storia da potere poi condividere.
 
Mantenere il “Contatto” è la parola chiave per tenere viva l’attenzione del nostro cliente. Il sito e i social, ancor prima che il nostro cliente entri o rientri in hotel, costituiscono gli strumenti essenziali oggi per esserci. A chi, dunque, pensasse solo alla comunicazione in una logica di distribuzione descrittiva delle informazioni e in un’ottica di revenue a breve termine, mi sembra importante ricordare che investire oggi nel digital advertising e nel pricing non è solo una questione di risorse economiche e mezzi, ma anche e soprattutto di risorse umane.
 
Perché dietro ad un luogo c’è una storia, e dietro una storia ci sono persone ed emozioni, un inevitabile fattore in grado di fare la differenza ed essere notati, questo serve a rendere gli sforzi, utili a farci stare in pista da protagonisti.
 
La costanza della comunicazione, lo sviluppo dello storytelling autentico e coinvolgente, il marketing online basato sull’identità e sul brand, si sono dimostrati in questi ultimi anni, elementi essenziali per tenere molte strutture e aziende a galla anche durante i periodi di chiusura.  
 
Lavoriamo assieme per creare “anticipazione”: non è una parola usuale, ma in questo caso ci aiuta ad inquadrare al meglio la situazione attuale. Chi possiede l’abilità di percepire quello che potrebbe accadere e riconosce le tendenze e i bisogni, è la stessa persona che sa reinventarsi e reinventare di conseguenza le strategie aziendali.
 
Ricordandoci sempre che quando il cliente bussa alla porta della nostra struttura o della nostra azienda, la strategia migliore è il sorriso di chi lo accoglie. Il fattore umano, coltivato attraverso l’empatia vera e la cordialità, si rivela quindi determinante ed essenziale anche in quest’era tecnologica e post pandemica.
 
Esercitiamoci ogni giorno a far crescere le persone attorno a noi, perché saranno loro che faranno la differenza quando giocheremo seriamente in scenari che ancora non sono definiti. Nuove sfide ci attendono in un mercato sempre più liquido che sta cambiando le regole con cui eravamo abituati a confrontarci in passato.

Auguro a tutti la possibilità reale di cogliere le opportunità che ci saranno presentate e che la facoltà di adattarsi e migliorare sempre sia la nostra più grande virtù.


Article by frtadmin