Vincenzo Bocciarelli artista internazionale Orgoglio del grande cinema

Foto_ok_

E’stato a lungo impegnato a teatro con Giorgio Strehler, dalla cui scuola proviene e dove si è’ formato anche grazie ai capolavori di Dostoevskij, Cechov e Tolstoj.

Inoltre ha lavorato con Theodoros Terzopoulos, con Giorgio Albertazzi e con Glauco Mauri ed ha partecipato a rappresentazioni di successo in tutto il mondo. All’attività teatrale ha in seguito affiancato una nutrita esperienza in Fiction assai care al pubblico. Ha riscosso un enorme successo in “Orgoglio” (nelle tre serie – nel ruolo del marchese Andrea Obrofari – Rai Uno), ma le fictions dove è protagonista sono davvero tante:

“Il bello delle donne”, “Incantesimo”, “Cinecittà”, “Don Matteo”, “Un caso di Coscienza”, “Pompei” e tante altre. Nel Cinema Vincenzo e’ stato uno dei protagonisti di “E ridendo l’uccise” di Florestano Vancini suscitando l’Interesse della critica: in una intervista a lui dedicata, Gloria Satta sul Messaggero lo definì “Orgoglio del grande Cinema.” Successivamente ha riscosso notevole successo nel film “l’inchiesta” nel complesso ruolo di Caligola uscito negli Stati Uniti distribuito dalla 20th Century Fox.

Nel 2010 è stato protagonista del film indiano NIRAKAZHCHA- LA STRADA DEI COLORI- acquistato da RAI-CINEMA e uscito in Italia nel 2011. Recentemente è stato sul grande schermo nel film campioni d’incassi “La scuola più bella del mondo” con De Sica e Papaleo per la regia di Luca Miniero. Lavora anche come conduttore televisivo come in occasione del Festival del Cinema di Roma, appuntamento oramai consolidato con interviste indiretta per Canale 21 Live in Rome dal red carpet dall’Auditorium Parco della Musica.

Anche quest’anno, in veste di lettore, Vincenzo sarà protagonista nella rassegna “Ritratti di santi”,giunta alla sua quindicesima edizione e che vede impegnati altri personaggi come Giulio Base e Claudia Koll nella lettura delle vite dei santi scritte da Padre Sicari.

Vincenzo Bocciarelli tornerà presto anche sui set internazionali che lo attendono:
The dog of Christma  per la regia di Bret Roberts e Professor Dinkan diretto dal pluripremiato Ramachandra Babu Sir.

“Penso che per avvicinarsi alla conoscenza della propria interiorità e del mondo non ci si possa chiudere al pregiudizio o alla paura dell’ignoto” – ha dichiarato Bocciarelli.”

“Ci vuole molto coraggio, si può sbagliare e restare delusi, spesso anche dai nostri compagni di avventura, ma con la consapevolezza, la fede e il sogno si può arrivare lontano.”

Con “orgoglio” noi di Freetime e dell’associazione FEEL, il 18 agosto 2018, abbiamo assegnato in Costa Smeralda,al WHYNOT di Liscia di Vacca, il premio “Eccellenze della Sardegna – Arte Moda e Gusto”, categoria cinema, “Amici della Sardegna” proprio a Vincenzoe torneremo con lui, anche quest’estate con una nuova sorpresa..work in progress!!!

Gallery

Article by frtadmin