FASHION MOB: Intervista a Nadia La Bella

NADIA_

Il mio lavoro è nato per caso e sicuramente da una grande passione per la moda e il divertimento di interpretarla. Cerco di essere un riferimento per le donne, cerco di essere davvero utile, postando dei look, segnalando le tendenze moda e segnalando anche i negozi dove poter trovare quello che indosso e che fotografo.

La sfida vera (che in realtà si è rivelata non uno scoglio, ma un punto a favore) è stata la mia età.

Una fashion blogger di 50 anni?
Si, perché la moda non ha età, perché si può essere belle e fashion anche da “grandi” e perché  tutti questi anni di allenamento sul fronte giocano a mio favore!!!
Il mio motto: Moda, libere tutte!

(Ormai le donne sono davvero molto impegnate, e avere del tempo libero per scovare negozi nuovi o creare look particolari ( perché creare look originali richiede tempo, anche a noi addetti ai lavori) non è facile, quindi provo a farlo io per loro. Insomma una missione: aiutare tutte a essere fashion !!!
Ho collaborato con molti brand, adesso non vorrei fare una lista, magari andate a curiosare sui miei social. Devo dire che in ogni collezione dei grandi stilisti trovo sempre qualcosa che mi appassiona, ma la sfida più bella è quella di segnalare stilisti emergenti, talenti che sulle pagine dei giornali si trovano poco.

Perché i fashion blogger funzionano?
Perché attraverso i nostri social creiamo il famoso tam tam online. Il brand rivolgendosi a noi ottiene una pubblicità a costo inferiore rispetto a quella tradizionale ma con un impatto doppio raggiungendo un pubblico molto vasto. Tra l’altro la gente si fida della gente e il nostro lavoro rende il brand più amichevole agli utenti, a differenza delle celebrities che hanno sicuramente dei social molto seguiti, ma vengono percepite molto distanti dalla propria realtà.

Perché spesso contestate?
Contestate perché il lavoro, e questo lo è a tutti gli effetti, ha bisogno, come tutti i lavori di professionalità e alcune volte questa manca. Per essere credibili bisogna essere coerenti, bisogna capire se il brand che ci sta contattando è nel nostro mood e se non lo è avere la capacità di interpretarlo con il proprio stile, con la propria personalità, e cosa fondamentale è capire se l’argomento che stiamo trattando è di reale interesse per i nostri utenti, in questo caso i nostri follower, e se così non dovesse essere è meglio dire un sincero NO. Tutto ciò regala al brand il risultato sperato e a noi la credibilità meritata, altrimenti la collaborazione rimane una bellissima foto con un po’ di like!

Perché la comunicazione web è importante?
Perché ormai siamo tutti connessi, e sempre più consumatori trovano prodotti e brand online, .L’azienda che non investe in un piano web marketing commette un grosso errore, una solida presenza online ormai è fondamentale. La comunicazione con il cliente è enormemente cambiata con l’avvento della rete, e chi non si adegua a questo cambiamento rischia di perdere enormi opportunità.

The Fashion Mob è il mio, anzi il nostro nuovo progetto. Parlo di noi, 5 donne da 27 a 52 anni, che alleandoci sul web abbiamo lanciato un nuovo concept di influencer marketing.
Un esempio di come il web può generare lavoro a qualsiasi età, e un esempio di solidarietà tra donne, in questo momento storico, dove le donne italiane sono indicate come “tutte contro tutte” e dove l’emergenza lavoro è fortissima.
Io, Ida, Fabrizia, Martina, Francesca Romana siamo The Fashion Mob, con i nostri social raggiungiamo quasi 3 milioni di persone e siamo pronte a far ricredere tante donne, a partire dal concetto di “influencer” ancora spesso frainteso e oggetto di scherno.

Ognuna con il suo stile e il proprio modo di vivere la moda, insieme cerchiamo e spero riusciamo a dare vita a 5 modi diversi di interpretare un brand. La moda non ha età, basta indossarla con divertimento e creatività, senza perdere di vista ovviamente il buon gusto!

——————————–
Nadia La Bella
www.asmileplease.it

Article by frtadmin